venerdì 30 settembre 2016

Il giorno dell'edera

Buon giorno (e mese) di Gort!


(La mia edera sul muro)

Care consorelle e confratelli,
nel calendario celtico degli alberi (Ogham), il 30 settembre è dedicato all'edera (Gort), e il mese correlato arriverà fino al 27 ottobre.
Questa pianta è consacrata alla dea Venere e, di conseguenza, per tradizione è associata a tutto quanto ha a che fare con l'amore e la sfera emotiva in generale.
Si dice che raccoglierne 7 o 9 foglie di prima mattina, per poi conservarle nei 7 o 9 giorni successivi sotto il guanciale, favorisca i contatti con altre sfere.
Che la Dea vi benedica

giovedì 29 settembre 2016

Il turchese

Un antichissimo catalizzatore di energia positiva.


Care consorelle e confratelli,
il turchese è una pietra molto nota che già nella Persia antica era utilizzata come agente magico (il nome stesso significa "pietra della fortuna").
Durante il Medioevo, veniva donata ai giovani sposi o ai bambini appena nati ed era utilizzata per guarire i mali dell'occhio, le emicranie e la depressione.
Il colore può variare, sia che ne abbiamo un burattato sia che la possediamo montata su un monile, e la tradizione medievale si è portata avanti considerandola ancora una pietra che tiene lontane le negatività e i nemici occulti. Al contempo, è di conseguenza un catalizzatore di energie positive.
Che la Dea vi benedica

Elemento: Acqua.
Divinità: Nettuno, Venere, Hathor.
Sfera d'azione: fortuna, amore, ricezione, protezione.

NO ALLE CURE ALTERNATIVE PER I DISTURBI GRAVI

mercoledì 28 settembre 2016

L'ortica

Una pianta dalla brutta fama ma dalle buone proprietà.


Care consorelle e confratelli,
questo vegetale diffusissimo e ahimè celebre per il fastidio procurato dalle sue punture più che per i suoi pregi, era anticamente usato in campo culinario, per quanto oggi sia caduto un po' in disuso.
Il vino d'ortica, per esempio, è noto per le proprietà afrodisiache: basta lasciare a macerare alcune foglie essiccate o polverizzate nel nostro vino preferito (in seguito da filtrare). Il succo difatti non è urticante e si può utilizzare anche per infusi e decotti.
In magia è utile anche in tutti i rituali volti alla protezione e alla difesa, e sul piano fisico è ritenuta antianemica, diuretica, emostatica e antidiabetica.

martedì 27 settembre 2016

Le grappe delle streghe

Due grappe per scaldarci quando comincia a far freddo...


(Il pino mugo)

Care consorelle e confratelli,
dopo avervi parlato delle bevande delle streghe, dei vini (#1 e #2) e dei liquori, oggi voglio presentarvi un paio di distillati. Eccoli qui di seguito.

GRAPPA DI GINEPRO

Occorrente: 1 l di grappa secca, una manciata di bacche di ginepro, aghi di ginepro.

Dopo aver tenuto le bacche su fogli di carta bianca per tre giorni all'ombra, dovrete pestarle in un piccolo mortaio, aggiungere gli aghi e lasciare a macerare nella grappa per 15 giorni (al caldo, ma non al sole). A questo punto potrete filtrare la grappa, ma lasciatela invecchiare un po' prima di iniziare a consumarla.

GRAPPA DI MUGO

Occorrente: 1 l di grappa secca, 40 gr di germogli di pino mugo, 50 gr di zucchero.

I germogli di pino mugo (freschi) dovranno macerare per 30 giorni nella grappa con lo zucchero in un vaso di vetro, da agitare un paio di volte al giorno. In seguito, è possibile filtrare e imbottigliare. Questo tipo di grappa è particolarmente indicato quando cominci a far freddo. perché aiuta a prevenire il raffreddore.

Per approfondimenti:
Roberto Chiej Gamacchio - Piante selvatiche (Demetra)

NO ALLE CURE ALTERNATIVE PER I DISTURBI GRAVI

lunedì 26 settembre 2016

Il lapislazzuli

Il Terzo Occhio della tradizione magica.


Care consorelle e confratelli,
conosciuto sin da epoche remote sia in architettura sia in gioielleria, il lapislazzuli è considerato dalla tradizione un talismano naturale che assicura la protezione e la fedeltà, in particolare in riferimento al matrimonio, all'interno della sfera dell'amore.
Per la magia, questa pietra è correlata al terzo occhio e di conseguenza incrementa le potenzialità della mente, favorendo concentrazione e meditazione, in un generale allargamento dei sensi.
Che la Dea vi benedica

Elemento: Acqua, Aria.
Divinità: Nuit, Venere, Iside, Shu.
Sfera d'azione: amore, protezione, fortuna.

NO ALLE CURE ALTERNATIVE PER I DISTURBI GRAVI

domenica 25 settembre 2016

L'aglio

Un ingrediente ordinario per tenere lontani i vampiri.


Care consorelle e confratelli,
l'aglio è noto da sempre per le sue proprietà disinfettanti, afrodisiache e antibatteriche, nonché come uno degli ingredienti principali della nostra cucina, ma, proprio per queste sue caratteristiche, è da sempre considerato anche un potente toccasana contro i malefici; non ultimo, è il rimedio per eccellenza per combattere il vampirismo.
Le streghe moderne lo usano per ripulire gli ambienti malsani, grazie a spicchi o coroncine sistemati nei pressi della porta di casa o alle finestre.
Posto sotto l'elemento Fuoco, è dominato da Marte.
Che la Dea vi benedica

sabato 24 settembre 2016

Decotto di bardana

Un decotto per risolvere i problemi della pelle.



Care consorelle e confratelli,
già vi ho parlato della bardana nella tradizione magica, e oggi vorrei fornirvi ulteriori dettagli e curiosità per prepararne un decotto.
Le sue radici sono considerate depurative per tutto quanto riguarda l'apparato circolatorio, ma anche diuretiche e sudorifere. Le foglie hanno invece proprietà antibatteriche, ammorbidenti, cicatrizzanti e antireumatiche. I semi hanno infine un'azione purgante.
Viene spesso usata per curare problemi della pelle quali acne, eruzioni cutanee e scottature, così come la caduta prematura dei capelli, mentre in cucina la si utilizza perlopiù in insalate e giardiniere.
Bollire due manciate di radice fresca tagliuzzata in un litro d'acqua e berne due tazzine al mattino a digiuno ostacola la formazione dei foruncoli. Questo decotto, applicato in compresse, è in grado anche di facilitare la cicatrizzazione. Sempre per uso esterno, le foglie pestate e poste sulle ferite sono cicatrizzanti e anch'esse possono essere bollite in acqua o nel latte per prepararne delle garze antireumatiche.
Che la Dea vi benedica

NO ALLE CURE ALTERNATIVE PER I DISTURBI GRAVI